Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy".

Categorie
Cerca - Contatti
Contenuto della ricerca- Content
Cerca - Newsfeeds
Cerca - Link web
Login    Registrati   

Registrati

Il nome che hai inserito non è valido.
Inserisci un nome utente valido. No spazi vuoti, almeno 2 caratteri e non deve contenere i seguenti caratteri: < > \ " ' % ; ( ) &
Password non valida.
Le password inserite non coincidono. Inserisci la password desiderata nel campo Password e confermala inserendola nel campo Conferma password.
Indirizzo email non valido
Gli indirizzi email inseriti non coincidono. Inserisci il tuo indirizzo email nel campo Indirizzo email e confermalo inserendolo nel campo Conferma indirizzo email.
* * Campi richiesti

 

 

            

 

 

 

 

Attestato di prestazione energetica (Ape)

Con la conversione in legge del D.L. 4 giugno 2013 n.63 (cd decreto fare) è stato soppresso, a partire dal 4 agosto 2013, l'attestato di certificazione energetica (ACE) in quanto sostituito con l'attestato di prestazione energetica (APE) rispondente ai criteri della Direttiva europea 2010/31/UE.

Tale attestato, come previsto dall'articolo 6 comma 3-bis del D.Lgs. 192/2005 (versione aggiornata), "deve essere allegato al contratto di vendita, agli atti di trasferimento di immobili a titolo gratuito o ai nuovi contratti di locazione, pena la nullità degli stessi contratti".

La norma ha innescato dubbi interpretativi e il Ministero dello Sviluppo Economico ha emanato il 7 agosto un apposito chiarimento evidenziando quanto segue:

  • in attesa della definizione con apposito D.M. di una nuova metodologia di calcolo della prestazione energetica di un edificio si fa riferimento al DPR 59/2009 e alla normativa tecnica vigente (UNI e CTI);
  • è fatta salva la normativa regionale emanata in quanto le disposizioni nazionali si applicano, in virtù della clausola di cedevolezza (art.17 D.Lgs. 192/2005), solo alle Regioni e Province autonome che non abbiano ancora provveduto ad emanare proprie disposizioni normative di recepimento della Direttiva 2010/31/UE.

Anche il Consiglio nazionale del Notariato è intervenuto sul tema pubblicando un apposito studio finalizzato a definire l'ambito di applicazione dell'obbligo di allegare l'APE. Al riguardo, a giudizio del consiglio dei notai tale obbligo sussiste "in occasione della stipula di tutti quegli atti che comportino l'immissione nel mercato immobiliare e la successiva commercializzazione di edifici comportanti un consumo energetico".

Si evidenzia infine che l'obbligo di allegare l'APE sussiste anche per i contratti di locazione stipulati in data successiva all'entrata in vigore della legge (sono ritenuti esclusi dall'obbligo i rinnovi di tali contratti).

 

572466
Oggi
Ieri
Questa settimana
Ultima settimana
Questo Mese
Ultimo Mese
Totale fino ad oggi
126
123
126
570196
6352
12700
572466